Presentazione

 

Bruno Obaldi raccoglie e rimette in funzione, dove possibile, attrezzi e strumenti di una vita ormai lasciataci alle spalle. Grazie alla costante ricerca di documenti storici, foto e quant altro, è riuscito a ricostruire gli ambienti caratteristici dove il materiale raccolto non è solo un’esposizione passiva ma offre il modo di avvicinarsi per un attimo alla semplicità della vita rurale.  

Il museo offre uno spaccato di vita contadina a cavallo fra le due guerre. In esso sono contenuti gli oggetti di uso comune a tutte le famiglie contadine. La raccolta spazia dagli utensili per il fieno, le castagne, la canapa e l’alpeggio. Troviamo inoltre una parte dedicata ai mestieri ambulanti con la trocca del venditore o il carretto dell’arrotino.

Una raccolta di oggetti da minatore narra gli sforzi compiuti per lo scavo delle gallerie ferroviarie del San Gottardo e delle opere realizzate per gli impianti sotterranei delle centrali idroelettriche nel nostro cantone. 

L’area espositiva si divide in due locali e uno spazio ricavato sotto il pergolato. La parte più vecchia è caratterizzata da un grande tavolo con cassapanca che richiama alla mente le famiglie numerose di un tempo. Alle pareti gli attrezzi della fienagione, dalla falce agli zoccoli per i buoi, si contendono lo spazio l’un l’atro. Di lato e dal soffitto pendono lampade di vario genere, sia la sofisticata lampada a petrolio per la sala da pranzo che il lumino usato per  recarsi alla stalla ad accudire le bestie. Non poteva mancare il vasellame, piatti e bicchieri in esposizione dietro al vetro della credenza. 

La parte più recente raccoglie le cose che hanno tenuto i mariti e figli fuori casa, sia per obbligo sia per necessità. Qui troviamo infatti le armi della guerra e quelle del bracconiere, le trappole per animali grandi e piccoli, attrezzi per la pesca e macchine per costruire le pallottole. Troviamo anche la vita del vino, dai coltelli per la potatura all’alambicco, punto finale di una stagione che come allora continua a stupire.  

 

 

Copyrightę Davide Webmaster